PROGRAMMA 2021

PROGRAMMA 2021 - PMR

SCOPRI IL PROGRAMMA DEL COSCIENZA FESTIVAL

 

 

 

 

Margherita Leoni

Pittrice all’acquerello, specializzata in arte botanica

Margherita Leoni nasce a Bergamo nel 1974. Nel 1997 si diploma presso l’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Nello stesso anno vive per sei mesi nella Reserva Biològica de Quebrangulo, dove inizia a trasporre sulle sue carte dipinte ad acquerello le varie specie della Foresta spontanea brasiliana. Da qui ha vita il suo lavoro dedicato alle foreste spontanee, con particolare attenzione ai principali biomi dell’Amazzonia, della Foresta Tropicale Umida e del Cerrado. Nel 1999 sposa lo scultore brasiliano Luciano Mello Witkowski Pinto e si trasferisce in Brasile, nella città di America-San Paolo. Fra il 2000 e il 2001 studia Morfologia Botanica e Botanica Sistematica presso l’Università di San Paolo, all’Escola Superior de Agricultura “Luiz de Queiroz”.

Dal 2000 espone in spazi pubblici e gallerie d’arte internazionali.

 - PMR

SEMI DI PARADISO dal 9 luglio al 29 agosto

ORARI MUSEO

 

venerdi 9 luglio       18.00 - 21-00

sabato 10 lugllio      10.00 - 21-00

domenica 11 luglio  10.00 - 19-00

 

Dal 17 luglio al 29 agosto sabato e domenica  10.00 - 13.00  /  16.00 - 20.00

 

Dal 7 al 15 agosto aperto tutti i giorni

 

 

Inaugurazione mostra venerdi 9 luglio ore 17

L’esposizione avvolge il visitatore in un’installazione che riproduce lungo tutte le pareti, notevolmente ingigantita, la flora brasiliana. Dall’iniziale realizzazione di acquarelli su carta en plain air nelle foreste brasiliane, attraverso la digitalizzazione e successiva stampa su pannelli di alluminio, la tecnologia ci consente di trovarci immersi in una immaginaria foresta rigogliosa.

Dopo il disastroso incendio del Parque Nacional das Emas nel cerrado brasiliano del 2010, l’artista raccolse le ceneri delle specie arboree andate distrutte per ricrearne simbolicamente la vita, puntando l’accento sui semi come simbolo di rigenerazione oltre la volontà umana.

Lavori realizzati con diverse tecniche, acquerello, carboncino ed elaborazione digitale per un racconto della biodiversità botanica brasiliana, un invito a costruire un rapporto di conoscenza e rispetto con il mondo naturale.

Al cui centro è la pianta endemica Pau Brasil (Caesalpinia echinata), un albero della famiglia delle Fabaceae, nativo della foresta vergine Mata Atlântica che ricopriva completamente le regioni litoranee del Brasile, in via di estinzione. Le cause risalgono al XIX secolo e furono relative alle attività economiche, come la coltivazione della canna da zucchero e del caffè, e alla crescente pressione demografica, per una modifica dell’habitat naturale della zona. Nonostante i continui tentativi per farlo riaffiorare sembra che l’albero sia ormai diventato ornamentale, custodito in giardini e nei parchi, e la speranza che torni a riprodursi dove è nato, pare rara.

[an error occurred while processing this directive] [an error occurred while processing this directive]